Warning
2 - Classificazione Stampa

 

La classificazione maggiormente utilizzata è la International Classification of Headache Disorders (ICHD), definita dalla International Headache Society (IHS). Tuttavia una classificazione più pratica delle cefalee prevede la distinzione in:

Cefalee primarie ovvero quelle non secondarie ad altre patologie cranio-facciali.
Si possono dividere in quattro gruppi principali:

  • Emicrania senz’aura
  • Emicrania con aura
  • Cefalea di tipo tensivo (CTT)
  • Cefalea a grappolo o Cluster headache

Se queste cefalee primarie diventano croniche, può risultare difficile distinguerne l'origine, poiché spesso in questi casi tendono ad avere una componente mista (tensionale, a grappolo, emicrania "trasformata").

Cefalee secondarie ovvero dovute ad un processo identificabile.
La cefalea rappresenta il sintomo che si associa ad altre malattie organiche.

  • Da lesioni intracraniche (processi occupanti spazio, modificazioni pressorie del liquor, alterazioni meningee)
  • Da lesioni extracraniche (oculari, nasali e paranasali, orecchi, denti, bocca)
  • Traumatiche e post-traumatiche
  • Da nevralgia del trigemino, del glosso-faringeo, occipitale
  • Da allergie
  • Secondarie a patologie internistiche (vascolari, da assunzione/interruzione di sostanze, infettive, ormonali, metaboliche)